Categoria: On the road

Il Mercato delle Gaite

La prima volta che ho sentito parlare di Bevagna, non fu propriamente una meraviglia. A quel tempo svolgevo il tirocinio come dottore commercialista, erano i primi di giugno e stavo calcolando l’IMU sugli immobili dei clienti del mio Dominus. Ad un certo punto, mi imbattei in un immobile appartenente ad un medico… una seconda casa in un paesino in provincia di Perugia. Ricordo ancora il codice catastale: A835.

Quella benedetta finale

Antefatto

Sabato 3 giugno 2017, Millennium Stadium, Cardiff. Uno di quei sabati sera che esigono birra ghiacciata e occhi incollati allo schermo. La Juventus di Allegri e il Real Madrid di Zidane per una finale Champions League di orgoglio italiano. Quel sabato lì, neanche a farlo apposta, avrebbe decorato una fantastica settimana corta che prevedeva un venerdì 2 giugno – Festa della Repubblica – di riposo nazionale.

La salita del Cuore

Spesso, sentirsi dire un ‘NO’ lascia basiti e contrariati per il rifiuto ad una nostra richiesta. Le conseguenze dell’ascolto di questo monosillabo da parte di un cardiopatico, che chiede di poter continuare a praticare le sue abituali attività ludico/sportive dopo un infarto o una rivascolarizzazione coronarica, possono peggiorare il suo stato di benessere psico-fisico ed il suo completo recupero.

Il Cammino di Santiago

La storia di questo pellegrinaggio inizia nel IX secolo quando, grazie all’apparizione di una stella su di un campo in Galizia, un pio eremita trovò il luogo ove giacevano, dimenticate da secoli, le reliquie di San Giacomo di Zebedeo detto il Maggiore, Apostolo e Martire. Dopo aver predicato il Vangelo per molti anni in Spagna, tornò in Giudea, dove fu martirizzato e decapitato e, come da sue volontà, sepolto poi in Galizia, grazie ai suoi discepoli che ne trafugarono il corpo. La città che qui sorse deriva quindi il suo nome da Santiago (contrattura iberica di San Giacomo) de Compostela (del campus stellae),

Chateaux de la Loire

Ho sempre subito il fascino del Medioevo, ed in particolare del mondo cavalleresco. Avevo solamente otto anni quando individuai nella libreria di papà Le gesta di Re Artù e dei suoi nobili cavalieri, di John Steinbeck. Lessi quel libro con lo spirito leggero del fanciullo, e mi piacque molto. Più avanti, in primo liceo, sarebbe arrivato Sir Thomas Malory a parlarmi nuovamente di questi antichi racconti, nel suo La morte di Artù, edito in Italia da Mondadori con il titolo Storia di re Artù e dei suoi cavalieri.

Translate »