Come i Beatles ad Abbey Road

Editoriale rivista n.15

di Stefano Strano

Le strisce pedonali davanti agli Abbey Road studios, attraversate dai Beatles nel celebre scatto di Iain Macmillan, divennero la foto simbolo del disco che idealmente conclude non solo l’avventura dei Beatles ma l’intero sogno degli anni Sessanta. Fu scelto lo scatto in cui il gruppo sembra uscire dagli studi di registrazione e Paul McCartney è scalzo e fuori passo rispetto agli altri che marciano in sincronia. Tutti sono disposti in fila indiana e ben distanziati.

Come non cogliere in questa foto una quantità di elementi che ci riportano al dramma epocale che stiamo vivendo, come per i Beatles ad Abbey Road …nulla sarà come prima!

Lo scorso 8 marzo, giorno dell’emanazione della prima ordinanza restrittiva delle attività sociali e lavorative per il contenimento della diffusione dell’infezione da Coronavirus, abbiamo volentieri pubblicato online in anteprima di stampa l’articolo di Gloria Taliani, ordinario di malattie infettive dell’università “Sapienza” di Roma,  “Anatomia di una pandemia” . In quei giorni la crescita numerica e geografica dei casi di COVID-19 suggeriva molte analogie con l’influenza Spagnola del 1918 ed in effetti, pochi giorni dopo, l’OMS dichiarò pandemia. Per l’autrice il susseguirsi dei fatti e delle contromisure a difesa delle nostre vite, erano paragonabili ad un evento bellico. E come in una guerra si pensa a salvare la vita, al valore del nostro personale contributo alla collettività e ai nostri figli, ai quali vorremmo lasciare il dopo di un’esistenza migliore. L’Italia in questi giorni riscopre la sua unione nella lotta comune e nella solidarietà con le vittime e con le persone che in prima linea combattono questa guerra a rischio della propria vita. Medici, Infermieri, Ausiliari, Farmacisti e il Personale della Sanità tutto. Nulla sarà come prima e dunque tutti dobbiamo esserci ora e nei giorni difficili . Ed in questa consapevolezza, oggi 26 marzo 2020, la nostra collega Gloria è partita alla volta di Piacenza con i medici volontari della task force della Protezione Civile per offrire la sua esperienza di medico e di scienziato alle popolazioni  più colpite.

La redazione e tutti i lettori di Spels Academy sono con Te, Gloria ! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »